Benevento. Caserta: "Campionato importante, vogliamo cominciare bene" - I AM CALCIO BENEVENTO

Benevento. Caserta: "Campionato importante, vogliamo cominciare bene"

Mister Fabio Caserta, Benevento
Mister Fabio Caserta, Benevento
BeneventoSerie B

Alla vigilia della prima giornata del campionato di Serie B 2022/23, che vedrà il Benevento debuttare in casa contro il Cosenza, il tecnico dei giallorossi, mister Fabio Caserta, ha risposto alle domande dei media presenti nella sala stampa del "Vigorito". Queste le sue parole:

"Stiamo arrivando alle condizioni migliori per affrontare il campionato. A Genova abbiamo fatto cose buone e meno buone, le abbiamo analizzate e cerchiamo di migliorarle.

Barba gioca, le scelte di mercato non condizionano quelle di formazione. E' normale che per i calciatori il periodo, con il mercato aperto, non è facile ma si sono sempre allenati al massimo. Contro il Genoa non ha giocato perché volevo vedere anche gli altri cosa potevano dare. Stesso dicasi per Insigne, che non è sceso in campo per i postumi dei problemi fisici avuti: ora sta bene ed è a disposizione.

Karic e Koutsoupias hanno caratteristiche diverse: dobbiamo dargli tempo per inserirsi al meglio perché sono giovani. Come caratteristiche, Karic si avvicina di più a quelle di Ionita.

La politica della società è stata chiara: abbiamo deciso di ringiovanire la rosa. Per quanto riguarda gli over, c'è il mercato ancora aperto e possiamo ancora intervenire laddove ce ne è bisogno. Abbiamo comunque elementi importanti in rosa, che lo scorso anno hanno disputato la semifinale play-off. La situazione non mi preoccupa perché mi piace lavorare con i giovani.

A Genova gli errori maggiori li abbiamo fatti in fase di possesso sbagliando passaggi facili. Di fronte avevamo una squadra, il Genoa, con una rosa più ampia e più forte della nostra: alcune difficoltà nostre sono dipese anche da loro. Rimontare, poi, diventa difficile anche si abbiamo provato segnando comunque due gol. 

Sugli esterni qualcosa cambierò ma non influisce la partita di Genova ma perché credo ci siano elementi in rosa che, anche in base alle caratteristiche del Cosenza, possono darci di più in termini di uno contro uno rispetto ad Improta e Vokic.

Domani mi aspetto voglia di lottare e vincere perché vogliamo partire bene in campionato e siamo davanti al nostro pubblico. Cercheremo, lottando su ogni pallone, di portare tutti i tifosi dalla nostra parte.

A questa squadra manca un altro play come Viviani, perché di mezzali ne abbiamo molte. Ce ne fosse la possibilità, prenderei un vice-Viviani.

Il ruolo più adatto a Vokic è l'esterno, sono soddisfatto di lui. Se lo rivedremo in campo? Lo valuterò settimana dopo settimana come faccio con gli altri. 

Il Cosenza è una squadra che cerca di giocare a calcio e che, in fase di non possesso, viene a pressarti alto. Noi non dovremo forzare le giocate perché rischiamo di allungarci e prendere ripartenze. Dovremo giocare, fino agli ultimi 25 metri, facile e poi cercare di trovare i nostri attaccanti e provare anche l'uno contro uno. Abbiamo lavorato in settimana per chiudere le loro fonti del gioco ma, soprattutto, per fare bene ciò che sappiamo fare.

Acampora ha una struttura fisica che, nella fase iniziale, soffre la preparazione, anche per Improta vale lo stesso discorso. Sono calciatori che, rispetto agli altri, impiegano più tempo per entrare in forma"

Maurizio Morante

Leggi altre notizie:BENEVENTO Serie B