Star Games BN. De Caro: "Stagione positiva, pianifichiamo il futuro" - I AM CALCIO BENEVENTO

Star Games BN. De Caro: "Stagione positiva, pianifichiamo il futuro"

Mister Vincenzo De Caro, Star Games BN
Mister Vincenzo De Caro, Star Games BN
BeneventoFemminile

Al termine della stagione 2021/22, che ha visto la Star Games, compagine di calcio femminile di Benevento, chiudere al terzo il campionato di Eccellenza campano, abbiamo fatto un bilancio con mister Vincenzo De Caro, tecnico delle ragazze sannite.

Mister sei alla prima esperienza sulla panchina di una squadra femminile. Come è stato l'impatto e qual è il tuo giudizio sulla stagione?

L'impatto non è stato facile. Da una parte c'erano gli stimoli nuovi per cimentarmi in questa avventura, per trasmettere le mie idee calcistiche alle ragazze, dall'altro la difficoltà nel calarmi in un gruppo che aveva certe dinamiche che andavano riviste e rimodellate. Ho avuto a disposizione una rosa di calciatrici tecnicamente dotate ma alle quali ho dovuto inculcare la cultura del sacrificio, anzitutto in allenamento e poi in campo. Negli scorsi anni le ragazze erano abituate a vincere in maniera più facile ma quest'anno il livello generale si è alzato e anche loro hanno dovuto alzare l'asticella del loro impegno.

Per quanto riguarda il giudizio alla stagione, darei a tutti noi un voto altissimo. Non è stata un annata facile perché siamo partiti tra molti problemi, primi fra tutti la logistica e una generale diffidenza. La diffidenza nasceva soprattutto dalle delusioni vissute negli ultimi anni dalle ragazze, alcune delle quali erano reduci dalla vittoria del campionato che poi, però, non si è tradotta nella disputa del campionato di Serie C per la scomparsa della precedente società. Accanto a me ho avuto i soli Stefano Cagnale e Pasquale Benincasa, che ringrazio con tutto il cuore, a darmi una mano quindi ho avuto l'onere non solo della gestione tecnica ma anche della parte burocratica e organizzativa. Al di là di tutto, però, il campo ci ha dato grandi soddisfazioni e ha ripagato tutti gli sforzi fatti. Ciò che mi porterò dentro di questa stagione sono i complimenti delle squadre avversarie per come stavamo in campo, sia a livello tecnico-tattico che di spirito sportivo. Non avessimo avuto il periodo di appannamento dovuto al covid, avremmo potuto lottare fino alla fine per la vittoria: ricordo che siamo l'unica squadra imbattuta contro la Salernitana, vincitrice del torneo.

Dopo un'ottimo inizio avete avuto in periodo di flessione dal quale vi siete poi ripresi concludendo alla grande il campionato. Come giudichi, da sportivo e non solo da allenatore, il regolamento che non prevede la disputa dei play-off per l'ammissione alla categoria superiore?

Il problema è che la nostra dimensione è questa: anche avessimo vinto il campionato, avremmo avuto seri problemi ad affrontare la Serie C. In questo momento non ne avremmo le capacità, non per le qualità tecniche delle ragazze, ma per una serie di step che ci mancano: una dirigenza forte, una struttura a nostra disposizione che ci permetta di allenarci tre volte a settimana, la mancanza di un settore giovanile alle nostre spalle. Ho preferito, dopo il mese che ci ha fatto perdere distanza dalla vetta a causa delle diverse assenze per covid e problemi di green-pass, far capire all'ambiente queste cose e, di conseguenza, aggiustare il tiro sugli obiettivi stagionali. Da lì in poi, senza pressioni, abbiamo ridotto il gap dalla vetta e abbiamo chiuso in maniera ottimale il campionato. Detto ciò, da sportivo credo che la Federazione debba rivedere il regolamento e prevedere anche per l'Eccellenza femminile la disputa dei play-off: alzerebbe il livello di impegno perché ci sarebbero più squadre coinvolte nella lotta per la promozione nella categoria superiore.

La stagione si è appena conclusa ma penso che stiate, tu e la società, già guardando al futuro: la Star Games ripartirà dal gruppo di quest'anno e punterà decisa alla vittoria del torneo?

Voglio dare continuità a questo gruppo: l'obiettivo è quello di far emergere i valori della Benevento calcistica al femminile in tutta la Campania. Vogliamo che si parli di noi in termini positivi non solo per quanto facciamo in campo a livello tecnico ma anche per l'educazione e la sportività. Vogliamo guadagnarci la stima delle squadre avversarie. Ovviamente dovremo pianificare al meglio il futuro per evitare di fare passi che non possiamo permetterci. Speriamo che più persone si avvicinino alla nostra realtà: c'è bisogno di diverse mani che possano aiutarci a crescere sotto tutti i punti di vista, non solo economico ma anche organizzativo e logistico. Stiamo pensando anche di creare, magari, una sinergia con il Benevento Calcio, in modo da costruire qualcosa di ancora più importante. 

Maurizio Morante