Benevento. Caserta: "Cremonese ben attrezzata, merita rispetto" - I AM CALCIO BENEVENTO

Benevento. Caserta: "Cremonese ben attrezzata, merita rispetto"

Mister Fabio Caserta, Benevento
Mister Fabio Caserta, Benevento
BeneventoSerie B

Giorno di conferenza stampa per mister Fabio Caserta: l'allenatore del Benevento, dalla sala stampa del "Vigorito", ha parlato della sfida di domani pomeriggio allo "Zini" contro la Cremonese. Queste le parole del tecnico giallorosso:

"Glik sta meglio rispetto a Ionita che ha giocato due gare ed è tornato un po' affaticato. Stanno bene entrambe e valuterò domani se inserirli dal primo minuto. Lapadula non si è quasi mai allenato con la squadra dall'inizio della stagione: si aggregherà oggi alla squadra quindi sarà difficile vederlo in campo dal 1' anche se sarà a disposizione.

Improta e Pastina hanno cominciato a correre da qualche giorno: spero di averli a disposizione per la prossima in casa. Pastina avrà bisogno di qualche giorno in più essendo fermo da più tempo.

Viviano può giocare sia da play che da mezzala anche in un centrocampo a due. Deciderò domani dove e se schierarlo dal 1'.

Al di là dell'avversario, valuto quello che vedo in settimana: Sau e Moncini hanno caratteristiche diverse e deciderò domani in base a diversi fattori.

La Cremonese è costruita per fare un campionato di vertice. Non la temiamo ma la rispettiamo sapendo che sono attrezzati bene e giocano bene. Dovremo avere il giusto spirito e la giusta attenzione. Abbiamo qualche lacuna sull'approccio alla gara e dovremo cercare di partire bene. I grigiorossi possono puntare alla promozione in Serie A: hanno un parco attaccanti che è un lusso per la categoria.

Il bilancio dopo sette partite è positivo ma possiamo fare meglio perché siamo in tanti ad essere nuovi, quindi ci può stare qualche difficoltà. Conta molto la predisposizione dei ragazzi a migliorare.

Ogni gara può essere quella giusta per svoltare per i ragazzi: non lo dico solo per Moncini ma per tutti. Per me ha qualità importanti ma ha bisogno di trovare il gol. 

Il centrocampo è il reparto che soffre di più essendo costituito per la maggior parte da calciatori nuovi e poi per le difficoltà che stiamo avendo a causa delle nazionali e dei problemi fisici. 

Gli obiettivi noi li abbiamo in mente, abbiamo iniziato un percorso con la voglia di dare lustro a questa società e a questa piazza. Vogliamo fare un lavoro che possa dare effetti duraturi nel tempo. Essere protagonisti non vuol dire essere primi ad ottobre".

Maurizio Morante

Leggi altre notizie:BENEVENTO Serie B