Benevento-Lecce 0-0: Strega opaca, Improta manca la zampata nel finale - I AM CALCIO BENEVENTO

Benevento-Lecce 0-0: Strega opaca, Improta manca la zampata nel finale

Riccardo Improta, Benevento
Riccardo Improta, Benevento
BeneventoSerie B

Termina a reti inviolate l'anticipo della terza giornata di Serie B tra Benevento e Lecce giocato al "Vigorito" con le due compagini giallorosse a spartirsi la posta in gioco.

Nel Benevento assente Lapadula, di ritorno dalla convocazione con il Perù; Glik parte dalla panchina così come Acampora; al centro dell'attacco c'è Moncini mentre in difesa, accanto a Barba, c'è Vogliacco. Nel Lecce in campo dal 1' il nuovo arrivato Gargiulo.

Partono meglio i salentini allenati dall'ex Baroni: al 3' è uno dei tre ex in campo, Coda (gli altri sono Lucioni e Tuia), lanciato in profondità, si presenta davanti a Paleari in uscita ma Vogliacco lo anticipa prima della conclusione. Dopo altri quattro giri di lancette è ancora il Lecce ad essere pericoloso: tiro di Di Mariano, palla respinta e Strefezza manca il tap-in da ottima posizione. Il Benevento si vede in maniera pericolosa in area ospite al 27': cross di Foulon dalla sinistra per Moncini che viene anticipato da Lucioni con il colpo di testa del centrale salentino che impegna Gabriel, costretto a deviare in corner con un ottimo intervento di puro istinto. Al 35' padroni di casa ancora in avanti con un cross dalla destra prolungato in area da Moncini sul secondo palo dove Improta viene anticipato di un soffio da Gabriel. Al 39' Coda serve Di Mariano che prova il tiro in porta ma la conclusione è debole e Paleari blocca senza problemi. Alla fine dei primi 45' il risultato è lo stesso del fischio di inizio: 0-0.

La ripresa comincia con un brivido per i tifosi della Strega: dopo 4', il direttore di gara, signor Santoro, assegna un rigore per un presunto fallo di Calò in area sannita sugli sviluppi di un angolo. Lo stesso arbitro, però, dopo aver rivisto l'azione al VAR, cambia la sua decisione e nega la massima punizione al Lecce. Al 52' Paleari si erge a protagonista della partita deviando, con un bel tuffo, la palla in angolo su tiro da limite di Hjulmand. Al 65' i salentini centrano anche un palo: Strefezza prova il diagonale ma la palla si stampa sul legno alla destra di Paleari e ritorna in campo. Passano quattro minuti e Coda prova il tiro, la difesa del Benevento respinge, sulla palla si avventa Strefezza ma la sua conclusione è di poco a lato. All'87' i padroni di casa sfiorano il colpo: cross dalla sinistra di Foulon, Gabriel la tocca, sulla palla arriva con un attimo di ritardo Improta che manca la porta di pochi centimetri. Il signor Santoro assegna 5' di recupero al termine dei quali decreta la fine delle ostilità: tra Benevento e Lecce finisce a reti inviolate.

IL TABELLINO

Maurizio Morante

Leggi altre notizie:BENEVENTO Serie B