Benevento. Ora basta scuse e tatticismi, con l'Udinese serve vincere - I AM CALCIO BENEVENTO

Benevento. Ora basta scuse e tatticismi, con l'Udinese serve vincere

Il Benevento
Il Benevento
BeneventoSerie A

Se la partita di ieri sera tra Genoa e Benevento si fosse chiusa al 30' del primo tempo forse nessuno lo avrebbe notato perché, dal gol del 2-2 siglato da Pandev in poi, di emozioni vere non ne sono più arrivate: le due squadre hanno, a ragione, pensato che un punto, specie in questa fase della stagione, sarebbe stato meglio di zero.

Il problema è che le compagini alle loro spalle non l'hanno pensata alla stessa maniera, in special modo il Cagliari, uscito vittorioso dal confronto in trasferta contro l'Udinese e ora a -3 dal Benevento che, nelle ultime due partite, ha dilapidato 5 degli 8 punti di vantaggio sui sardi. 

Pippo Inzaghi, al termine della partita del "Ferraris", ha dichiarato che per il Benevento è giunta l'ora di vincere una partita: discorso di una semplicità disarmante ma anche di una ovvietà imbarazzante. Con una quota salvezza che si attesa anche poco sotto dei fatidici 40 punti, al Benevento ne servono almeno 6/8 per dirsi fuori dalle paludi che conducono in Serie B e, quindi, pare ovvio che Viola e compagni abbiano necessità di conquistare almeno un paio di vittorie. 

La partita di domenica all'ora di pranzo contro l'Udinese è quasi una gara da dentro o fuori: anche i bianconeri friulani lo sanno e, da questa sera, saranno in ritiro perché nemmeno i ragazzi di mister Gotti vivono un periodo del tutto felice e tranquillo. De Paul e compagni, nelle ultime 5 partite, hanno perso 4 volte conquistando l'unico successo sul campo del Crotone, ormai in B. C'è da aspettarsi che per loro, quella del "Vigorito", non sarà una semplice gita di piacere ma vorranno sfruttare la possibilità, contro una diretta concorrente, di mettere la parola fine al discorso sulla permanenza in massima serie.

Cosa si chiede al Benevento e a Pippo Inzaghi? Semplicemente di essere più coraggiosi e di pensare che il tempo per riparare ad eventuali errori è finito perché, dopo quella di domenica, mancheranno sole cinque gare alla fine del campionato: se c'è bisogno di osare, questo è il momento giusto per farlo.

Maurizio Morante

Leggi altre notizie:BENEVENTO Serie A