Benevento. Inzaghi: "I nazionali stanno bene, col Parma non falliremo" - I AM CALCIO BENEVENTO

Benevento. Inzaghi: "I nazionali stanno bene, col Parma non falliremo"

Mister F. Inzaghi, Benevento
Mister F. Inzaghi, Benevento
BeneventoSerie A

Mister Pippo Inzaghi, allenatore del Benevento, ha parlato ai media nella conferenza stampa che precede l'impegno di domani che vedrà i giallorossi opposti al Parma di D'Aversa. Queste le parole del tecnico della Strega:

"Tutti i nazionali sono tornati in buone condizioni e sono tutti recuperati al 100%. Il problema, semmai, sarà fare delle scelte perché ho la rosa quasi al completo.

Dobbiamo avere contro il Parma lo stesso atteggiamento che abbiamo avuto contro la Juventus: spavaldo e aggressivo. Il risultato di Torino deve darci forza e certezze.

Il modulo dipenderà dai calciatori che schiererò. Dei 29 punti fatti, 24 li abbiamo fatti con il 4-3-2-1. Abbiamo due possibilità e decideremo: se giocherà solo uno tra Gaich e Lapadula allora ci metteremo a 4, altrimenti con entrambe in campo saremo a 3.

Ci manca solo Moncini e sarà l'unico assente: abbiamo grande abbondanza e questo ci ha permesso di fare una intensa settimana di allenamenti. E' difficile per me fare delle scelte ma è una cosa positiva perché con le cinque sostituzioni tutti possono essere utili. 

Viola e Schiattarella? Viola è stato fermo dieci mesi e mezzo e va ringraziato per quello che sta facendo: è rientrato prima nonostante avesse bisogno ancora di tempo per recuperare. Schiattarella, dopo aver avuto il covid, sta riprendendo la condizione. Quindi parlare di problemi di convivenza tra i due sia sbagliato.

Il premio ricevuto mi rende orgoglioso perché valorizza il lavoro fatto ma non è solo mio ma è del mio staff e della società che ha creduto in me. Lo avrebbe meritato anche Italiano dello Spezia. Dato dai colleghi, poi, il premio vale doppio.

Siamo reduci da una grande impresa ma abbiamo vinto una battaglia, la guerra è ancora da vincere. Sappiamo l'importanza della partita, il Parma ha un grande allenatore e se il campionato fosse cominciato a gennaio non sarebbero tra le ultime tre. Siamo coscienti che quando diamo il 110% possiamo giocarcela contro tutti. 

Il nostro obiettivo, il nostro scudetto, è la salvezza: ci farebbe piacere far ritrovare ai tifosi, al loro rientro sugli spalti, la squadra ancora in Serie A. Gli scontri diretti li abbiamo in casa, il campionato ha dimostrato che in A possiamo starci".

Maurizio Morante

Leggi altre notizie:BENEVENTO PARMA Serie A