Benevento. Barba: "Inzaghi? Un martello. Gaich? Ha bisogno di tempo" - I AM CALCIO BENEVENTO

Benevento. Barba: "Inzaghi? Un martello. Gaich? Ha bisogno di tempo"

F. Barba, Benevento
F. Barba, Benevento
BeneventoSerie A

La gara di domenica sera tra Benevento e Roma (ore 20:45 al "Vigorito") avrà un sapore particolare per il difensore della Strega Federico Barba. L'ex difensore dell'Empoli, infatti, è romano di nascita e nelle formazioni giovanili della Roma ha mosso i primi passi da calciatore prima di cominciare il suo peregrinare tra Italia ed estero e vestire, poi, la maglia dei sanniti. Queste le sue parole rilasciate al portale forzaroma.info:

LA ROMA PER BARBA - Sono cresciuto a Roma come ragazzo e come calciatore, mi porto dietro tanti ricordi e tante amicizie. Da lì sono partito per tante esperienze in giro per l’Europa, ogni tappa del mio percorso mi ha fatto maturare tanto, mi ha lasciato qualcosa di unico a livello di visione del mondo. Non c’è un posto in particolare a cui sono legato di più, però sono davvero contento di ogni esperienza che ho fatto. Sono sempre molto contento poi di confrontarmi con una squadra così come la Roma.

LA STAGIONE CON IL BENEVENTO - Ancora non abbiamo fatto nulla in questa stagione. L’obiettivo è ancora lontano, in ogni partita ci giochiamo la vita. La nostra posizione in classifica al momento è discreta e dobbiamo pensare che ogni vittoria ci porta quell’ossigeno e quell’entusiasmo utile poi per lavorare al massimo in settimana. Qui a Benevento ho trovato un ambiente familiare, un presidente che ci tratta come figli e una piazza serena con le persone che ti accolgono e ti vogliono bene. Senza tralasciare poi la parte tecnica e lo staff con cui personalmente sto collaborando dalla fine della scorsa stagione e con cui siamo in totale sintonia.

MISTER INZAGHI - Il mister ci guida in allenamento e in partita. Ci dà molti consigli e poi ci trasmette quei trucchi del mestiere che però non posso svelare. E’ un vero e proprio martello. Si vede che è stato un grandissimo campione, ha una mentalità da top player e questo si nota. E’ bravissimo poi a trasmettere tutta la sua passione alla squadra, perché non ci fa mai accontentare di nulla qualsiasi cosa accada.

GAICH - La prima impressione che ti trasmette a prima vista è quella di un calciatore dal fisico importante per un ragazzo della sua età. Ha fatto grandi cose, al momento noi non lo abbiamo visto perché è dovuto tornare in Russia per dei problemi di visto. Ci siamo allenati poco con lui insomma. Vedo che la gente ha tante aspettative nei suoi confronti, io lo lascerei tranquillo così da dargli tutto il tempo necessario per dimostrare le sue qualità.

ERRORI DA NON RIPETERE - Sappiamo cosa non dobbiamo fare, siamo consapevoli della forza della Roma ma da quella partita dell’andata siamo cambiati tanto. Ci aspettiamo una partita difficilissima e noi dovremo dare il massimo. Mentalmente non potremo concedere nulla agli avversari.

OBIETTIVI - Al momento l’obiettivo è soltanto uno ed è quello di conquistare la salvezza il prima possibile. Non c’è domani. Pensiamo soltanto a questo.

Maurizio Morante

Leggi altre notizie:BENEVENTO ROMA Serie A