Benevento. Inzaghi: "Insigne è in dubbio, Iago solo nella ripresa" - I AM CALCIO BENEVENTO

Benevento. Inzaghi: "Insigne è in dubbio, Iago solo nella ripresa"

Mister F. Inzaghi, Benevento
Mister F. Inzaghi, Benevento
BeneventoSerie A

Consueta conferenza "della vigilia" per mister Pippo Inzaghi: il tecnico della Strega ha parlato ai media dalla sala stampa del "Vigorito" in vista del match di domani sera, fischio di inizio alle ore 20:45, contro il Torino. Queste le parole dell'allenatore giallorosso:

"Iago Falque non può ancora giocare dal 1' e quindi potrà darci una mano nella ripresa. Insigne valuteremo domattina se potrà giocare dal 1': se starà bene deciderò se utilizzarlo. In caso contrario, in quella posizione potremo giocare con Tello o Improta, senza quindi snaturarci ma cambiando solo le caratteristiche dell'interprete. Hanno già giocato in quel ruolo e lo hanno fatto bene.

Anche a centrocampo deciderò domattina. A Crotone abbiamo perso ma abbiamo fatto la partita anche se siamo stati sfortunati negli episodi. La squadra c'è e se continua a creare non mi preoccupo. C'è anche Viola che è in crescita e ci potrà dare una grande mano.

Caldirola dobbiamo ringraziarlo per aver recuperato tre settimane prima. Non è ancora pronto per giocare dall'inizio perché lo voglio al top della condizione per farlo giocare. Il fatto che sia già qui e ci dia una mano è già un di più. 

Difesa a tre? Non dobbiamo snaturarci ma continuare a fare quanto sappiamo vista anche la classifica. 

Il Torino ha una rosa da Europa League e hanno l'attaccante della Nazionale ma sono sicuro faremo una grande prova e ci riscatteremo.

Col covid, guardando anche altri club, siamo stati fortunati. Abbiamo perso, come ho già detto, Letizia e Schiattarella nel miglior momento della loro carriera. Per fortuna Schiattarella dovrebbe rientrare la prossima settimana mentre per Gaetano c'è da aspettare ancora un po'. Abbiamo una rosa competitiva che ci ha permesso di non accusare le assenze.

Penso sia normale che le squadre che lottano per la salvezza si rinforzino. Noi dobbiamo anzitutto salvaguardare il gruppo ma io e la società abbiamo le idee chiare e se ci sarà qualcosa da fare, verrà fatta.

Il cambio dell'allenatore sarà un vantaggio per il Torino perché i giocatori cercano sempre di dimostrare qualcosa in più. Mi spiace per Giampaolo che è un amico e che stimo e faccio gli auguri a Nicola che è subentrato. Giochiamo in casa e, anche senza pubblico, vogliamo tornare alla vittoria per chiudere nel modo giusto il girone d'andata.

Dobbiamo renderci conto che questa è la serie A, dobbiamo vivere i momenti positivi e quelli negativi con equilibrio. Per salvarci bisognerà fare un'impresa e di questo devono rendersi conto tutti. Ogni partita sarà una battaglia, siamo pronti: lotteremo fino all'ultimo minuto dell'ultima giornata".

Maurizio Morante

Leggi altre notizie:BENEVENTO Serie A