Benevento. Inzaghi: "Ad Empoli per scrivere una pagina di storia" - I AM CALCIO BENEVENTO

Benevento. Inzaghi: "Ad Empoli per scrivere una pagina di storia"

Mister F. Inzaghi, Benevento
Mister F. Inzaghi, Benevento
BeneventoSerie B

Conferenza pre-gara per mister Filippo Inzaghi: il tecnico del Benevento, in vista della trasferta di venerdì sera contro l'Empoli che potrebbe sancire la promozione dei giallorossi in Serie A, ha parlato ai media dalla sala stampa del "Ciro Vigorito". Queste le sue parole:

CONDIZIONE - Penso che potremo recuperare Kragl e Letizia, almeno part-time; Viola non ci sarà e speriamo di averlo per lunedì o comunque per la prossima settimana. La condizione della squadra mi ha sorpreso a Cremona, specie perché abbiamo affrontato un'ottima squadra. Sono curioso di rivedere i ragazzi all'opera e spero possano sorprendermi ancora. Tuia, Insigne e Sau sono pronti per giocare dall'inizio. Valuterò anche in baso allo schema. Peccato aver perso Volta ma il rientro di Letizia, anche se non a tempo pieno, ci da diverse soluzioni.

PROMOZIONE - Il discorso sulla Serie A lo abbiamo archiviato a Cremona, ora giochiamo per la storia: in ogni gara che manca ci giochiamo un numero incredibile di record. Possiamo vincere il campionato con 8 giornate di anticipo, cosa mai successa e se anche lo facessimo lunedì sera sarebbe comunque un record eguagliato. E' chiaro che per vincere ad Empoli ci vorrà il miglior Benevento: la loro classifica è bugiarda perché il valore della rosa non si discute. Giocare per la storia è bellissimo per i ragazzi perché ripaga tutti gli sforzi: posso solo dire ai tifosi di godersi questa squadra perché non credo che se ne vedrà presto un'altra così.

RECORD - Ero curioso di rivedere i ragazzi dopo 100 giorni per capire come avevamo lavorato, sia loro come calciatori che noi come staff. Io ci credo sempre, li vedo allenare ed ero sereno. E' inutile nascondere che mancavano anche calciatori di peso ma ormai questa squadra fa sembrare tutto facile. I record servono a tenere i ragazzi sulla corda. Nella mia vita qualche record l'ho fatto e so cosa si prova: questa squadra sta scrivendo la storia e sono contento per ognuno dei miei ragazzi. Senza dimenticare la regia della società e del mio staff che è stata anch'essa importante.

MODULO - Se giocheranno Sau e Improta giocheremo 4-4-2 ma, come sapete, io non credo che sia stato il sistema di gioco a farci vincere il campionato. Venerdì mattina faremo la rifinitura a Coverciano e deciderò con chi giocare. 

LA STAGIONE - Penso che la svolta sia stata il ritiro. Ho chiesto qualche giorno in più e la società mi ha accontentato. E' li che si è creato il gruppo che poi ha dominato il campionato. Nonostante la partita persa in Coppa Italia non ci siamo demoralizzati e abbiamo dato sempre il massimo. Cosa ci ha fatto vincere? Lo spirito di sacrificio e l'alchimia che si è creata. 

FUTURO - Al prossimo anno non penso: abbiamo un direttore bravissimo e un presidente ambizioso quindi non mi pongo il problema. E' chiaro che il primo anno l'obiettivo primario è mantenere la categoria, senza voli pindarici. Abbiamo comunanza di intenti e sappiamo ciò che vogliamo.

PIAZZA DEL SUD - Ero curioso anche io di vedermi "lontano da casa": ho trovato grande affetto e grande calore. Sono molto felice di aver fatto questa scelta.

PARTENZA - Verranno tutti ad Empoli perché è giusto che tutti coloro che hanno partecipato a questa stagione siano presenti per poter eventualmente festeggiare. La decisione è stata presa in accordo con la società.

Maurizio Morante

Leggi altre notizie:BENEVENTO Serie B