Coronavirus. Dal Sannio arriva rivoluzionario screen-test per covid-19 - I AM CALCIO BENEVENTO

Coronavirus. Dal Sannio arriva rivoluzionario screen-test per covid-19

Il Prof. Pasquale Vito, Unisannio
Il Prof. Pasquale Vito, Unisannio
BeneventoRubriche

E' di ieri la notizia che il team di ricerca dell'Università degli Studi del Sannio del prof. Pasquale Vito, insieme alla TecnoBios, azienda facente parte del consorzio Sanniotech, stia sviluppando uno Screen Test per il Covid-19 attraverso l'analisi rapida delle IgG/igM. Un test che si annuncia rivoluzionario per quanto riguarda l'accuratezza dei risultati. Abbiamo raggiunto il prof. Vito per chiedergli maggiori informazioni sul lavoro in corso di svolgimento.

Professor Vito può spiegarci meglio di cosa si tratta?

E’ un prototipo  sviluppato da Genus Biotech, una spin off  senza scopo di lucro dell’ Università degli Studi del Sannio, in collaborazione con i laboratori del Consorzio Sanniotech. Esso serve a rilevare la risposta anticorpale individuale a SARS-Cov2, e stabilire  quindi se una persona ha montato una risposta immune contro il virus e quindi, in definitiva, stabilire se è stata contagiata o meno. 

Quali sono le caratteristiche del test e soprattutto i tempi?

Il principio del prototipo realizzato è lo stesso su cui si basano altri dispositivi diagnostici che  stanno rendendosi disponibili in questi giorni. Il problema  maggiore di tali dispositivi è che talora non discriminano tra la risposta anticorpale a SARS-Cov2  e quella montata in passato verso altri virus  simili della famiglia, con il rischio di avere un numero di falsi positivi inaccettabile. E’ per questo che stiamo lavorando ad una versione  avanzata del test, di assoluta precisione, per la quale  occorre cautela sui tempi. Vorremmo  però definitivamente essere pronti per l’attesa ondata di ritorno di contagio. Purtroppo, in questo periodo di restrizioni è anche difficile lavorare come in tempi normali. 

Quanto è importante tutto ciò anche per il nostro territorio?

Credo che in periodi come questo che stiamo vivendo in queste settimane sia doveroso che ognuno metta in campo tutti gli sforzi ed energie possibili. E il nostro territorio non può sottrarsi dal provvedere il suo contributo.

Può fare una valutazione/previsione della situazione generale?

E’ difficile. E’ stupefacente come la pandemia abbia messo in crisi paesi avanzati, organizzati, e dotati di Servizi Sanitari eccellenti. Ma ne verremo fuori.

Maurizio Morante