San Leucio. Tranfa: "Il calcio? Manca molto ma la salute viene prima" - I AM CALCIO BENEVENTO

San Leucio. Tranfa: "Il calcio? Manca molto ma la salute viene prima"

Mister C. Tranfa, San Leucio
Mister C. Tranfa, San Leucio
BeneventoSeconda Categoria Girone B

Il blocco dei campionati ha lasciato cristallizzata la terza posizione del San Leucio del Sannio nel girone B di Seconda Categoria. Una posizione, alla luce anche dei distacchi dalle due battistrada, che avrebbe visto ancora i ragazzi del presidente Varricchio lottare per la qualificazione ai play-off in un finale di stagione che si annunciava molto interessante e combattuto. Abbiamo raggiunto mister Claudio Tranfa, tecnico dei gialloneri, per una chiacchierata durante questo riposo forzato.

Come vive il San Leucio l'emergenza e la conseguente quarantena?

Purtroppo chi è abituato a stare sempre sui campi la vive in modo “strano”: è come se ti mancasse qualcosa nelle tue giornate, così per gli allenatori ma penso sopratutto per i ragazzi che scendono in campo dopo una settimana di lavoro e di allenamenti. La partita della domenica manca a tutti ma ovviamente adesso bisogna combattere questo virus e quindi è giusto che si sia fermato tutto.

Come pensi si possa terminare e se si potrà terminare la stagione al momento in stand-by?

Questa è una bella domanda. Penso che sia una patata bollente per le persone alle quali spetterà prendere questa decisione. Ovviamente penso che per regolarità bisognerebbe portare a termine i campionati. Mettere troppi turni infrasettimanali sarebbe un po’ complicato per le categorie dalla 1a alla 3a ma credo ci sarebbero difficoltà anche in Promozione visto che parliamo di ragazzi che lavorano: dopo tutto questo andare a chiedere al proprio datore di lavoro un giorno a settimana  penso che non sia fattibile. Molto dipenderà da quando finirà questa pandemia e daranno il via libero per riprendere ad allenarsi e poi fare una valutazione adesso penso sia prematuro parlarne. In ipotesi potrebbero essere solo play-off e play-out ma comunque si creerebbe casino ovviamente ci sono squadre che già hanno riposato e quindi si ritrovano una partita in meno e ovviamente potrebbero lamentarsi. Bisogna aspettare.

Per le squadre dilettantistiche, che si basano sul contributo di piccoli sponsor, quali pensi potranno essere le conseguenze dell'emergenza?

Sicuramente queste piccole realtà vivono di piccoli sponsor ed essendo chiuse le attività la sponsorizzazione promessa potrebbe venire meno mettendo in difficoltà le società. Ci vorrà un po' di buonsenso da parte di tutti e capire le difficoltà che le società si troveranno ad affrontare senza l'aiuto degli sponsor; questo vale anche per la Federazione che dovrà andare incontro alle società anche per il campionato prossimo.

Maurizio Morante

Seconda Categoria Girone B

ClassificaRisultatiStatistiche