Benevento. Inzaghi: "Conosco bene Braglia e a Cosenza sarà dura" - I AM CALCIO BENEVENTO

Benevento. Inzaghi: "Conosco bene Braglia e a Cosenza sarà dura"

Mister F. Inzaghi, Benevento
Mister F. Inzaghi, Benevento
BeneventoSerie B

Giorno di conferenza stampa per mister Filippo Inzaghi: il tecnico del Benevento ha parlato ai media presenti nella stampa del "Vigorito" in vista della trasferta che vedrà i giallorossi scendere in campo al "San Vito-Marulla" contro il Cosenza. Queste le parole dell'allenatore della compagine sannita.

Tuia sarà assente e, come lui, anche qualche altro calciatore, come gli squalificati Maggio ed Improta, ma non abbiamo problemi di sorta. Anche il Cosenza lamenta delle assenze. Sono una squadra tosta che non ha meritato le ultime due sconfitte. Non sono in crisi ma, anzi, andremo a giocare su un campo difficile e contro un tifo caldo. Sarà un bel test per noi ma ho fiducia nei ragazzi. Ci vorrà, come sempre, il miglior Benevento se non vorremo complicarci la vita.

Abbiamo gli interpreti giusti e le capacità per adattarci a diversi moduli ma mi piace dare certezze ai ragazzi quindi non ci saranno grossi cambiamenti. Barba e Moncini entrano sempre più nei meccanismi di squadra e se il primo starà bene allora giocherà sicuramente a prescindere dalla posizione, se al centro o sull'esterno. Se dovessi schierare Gyamfi allora Barba giocherà centrale con Caldirola.

La miglior risposta che mi potessero dare i ragazzi è che, a prescindere dalle assenze, il risultato sul campo è sempre lo stesso. Hanno perso una sola partita e stanno facendo un cammino incredibile consci che non bisogna mai distrarsi. Sono orgoglioso del fatto che di noi si parli tanto ma, allo stesso tempo, questo ci deve spronare a fare ancora meglio perché il girone di ritorno è completamente diverso da quello di andata. E' vero, nel girone di andata abbiamo inanellato record incredibili, ma ci ha anche dimostrato che contro di noi tutti danno il 110% e le gare sono sempre difficili.

Insigne non mi ha mai deluso e mi dispiace sempre quando non lo schiero dal 1'. Ha davanti a se un calciatore come Kragl che fa la differenza e questo un po' lo penalizza. Quella contro la Salernitana è stata la sua miglior partita stagionale. Dovrà continuare a lavorare come ha sempre fatto e devo dire che non ha mai lesinato impegno. I compagni lo apprezzano perché anche in fase di non possesso si danna l'anima. Spero possa fare una gran partita.

Braglia è un tecnico bravo e che conosco bene: è un maestro nel preparare partite come questa. Il Cosenza non ha molto da perdere perché quando giochi contro il Benevento è sempre così. Spero che i miei ragazzi approccino l'impegno meglio rispetto alle ultime gare. Vogliamo mantenere questi punti di distacco e, per farlo, serve la mentalità avuta fino ad ora e la massima attenzione.

Abbiamo subito tre reti nelle ultime tre partite ma abbiamo comunque subito pochi tiri verso la nostra porta. Non sono minimamente preoccupato. Ovviamente non serve dire che ripetere i 13 clean sheet dell'andata è difficilissimo. Noi puntiamo sempre a fare meglio e, a questo punto, è una lotta contro noi stessi.

Coda sta bene e mi dispiaciuto per i fischi che gli sono arrivati. Non va fischiato perché è un calciatore che va ringraziato per quanto ha fatto. Un giocatore come lui è un lusso per la categoria. Ho molti calciatori forti in rosa e, a prescindere dalle mie scelte, la mia opinione su di loro no cambia. Se fossi un supporter del Benevento, Coda lo applaudirei sempre.

Vokic si allena solo da due giorni dopo un lungo stop e quindi non è al massimo della condizione. Spero di averlo a disposizione perché potrebbe tornare utile.

Maurizio Morante

Leggi altre notizie:BENEVENTO Serie B