La Virtus Goti non ci sta. Il D.s. Caruso: "Successe cose incredibili" - I AM CALCIO BENEVENTO

La Virtus Goti non ci sta. Il D.s. Caruso: "Successe cose incredibili"

Il D.s. G. Caruso, Virtus Goti
Il D.s. G. Caruso, Virtus Goti
BeneventoPromozione Girone A

La Virtus Goti è uscita sconfitta di misura dal campo della Maddalonese: a condannare i ragazzi di Del Prete è stata una rete di Barletta su calcio di rigore. Tuttavia, non è la sconfitta in se a fare arrabbiare i saticulani ma l'episodio accaduto nel finale di partita allorquando un calciatore della Virtus veniva atterrato nell'area granata. Il direttore di gara ha, in un primo momento, assegnato il calcio di rigore salvo poi ritornare sulla sua decisione assegnando punizione dal limite e scatenando le proteste degli ospiti. Queste le parole del D.s. Gianni Caruso a commento dell'episodio:

"Non mi sono mai lamentato e non mi lamento ora degli arbitri ma, in tanti anni di calcio, non è mai successo quello che ho visto oggi (ieri n.d.r.) sul campo della Maddalonese, società amica e con una dirigenza disponibilissima e soprattutto ospitale, persone che posso considerare veramente amiche. Veniamo all'episodio.

All'86', sul risultato di 1-0 in favore dei locali, un nostro calciatore entra in area di rigore e viene atterrato. L'arbitro solerte e convinto fischia immediatamente e decreta il rigore ma, dopo neppure un paio di minuti, quando il nostro calciatore che aveva messo il pallone sul dischetto del penalty sta x calciare, l'arbitro prende il pallone e le depone fuori dall'area di rigore assegnando punizione dal limite e non più rigore. La cosa strana è stata che "non ha visionato neppure il/la VAR. Qualche mio amico, che come me fa calcio da molto, ultimamente si è lamentato del protagonismo e dell'incompetenza del settore arbitrale che andrebbe riformato: forse ha ragione ma quello a cui ho assistito io oggi, non è stata né incompetenza e né  mediocrità ma mera "follia"".

Maurizio Morante