Faicchio. Di Palma: "Ci abbiamo sempre creduto, ora testa ai play-off"

L. Di Palma, Faicchio
L. Di Palma, Faicchio

Era arrivato nel mercato dicembrino quando la squadra navigava in zone basse di classifica ma la sua fiducia nel fatto che l'intera rosa fosse all'altezza dell'obiettivo stagione, posto nel raggiungimento dei play-off, era stata ferrea fin da subito: alla fine Luciano Di Palma, portiere del Faicchio, ha avuto ragione e può festeggiare la qualificazione play-off raggiunta centrando, dopo una grandissima cavalcata iniziata dopo il primo terzo di campionato, il terzo posto in classifica. Abbiamo raggiunto di nuovo Luciano per commentare questa incredibile rimonta:

"Quando sono arrivato in rosa la situazione non era delle migliori, con una classifica deficitaria ed il morale molto basso. Dopo un girone e mezzo quasi perfetto siamo qui a festeggiare il terzo posto. Credo che tutto sia il frutto dell'unione di intenti di società e squadra che non si sono mai disunite e hanno sempre creduto nelle proprie potenzialità. In quella situazione pochi ci avrebbero creduto ma noi lo abbiamo fatto e abbiamo avuto ragione", comincia il numero uno della compagine del presidente Martorella.

Qual è stato il punto di svolta della stagione?

Nonostante si parli di una sconfitta, direi la gara di andata contro il New Cales persa di misura in trasferta. Eravamo reduci dalla sconfitta nel derby e andammo li con molti assenti. Perdemmo al termine di una gara equilibratissima, nella quale fallimmo diverse occasioni e giocata su un campo al limite della praticabilità causa pioggia. Mister Riccardi nello spogliatoio ci disse che se avessimo preso quanto di buono fatto in quella partita avremmo potuto svoltare e così è stato.

Credi che il campionato abbia rispettato le attese dell'inizio?

In una precedente intervista rilasciata alla vostra testata (clicca qui), dichiarai che New Cales e Virtus Gioiese si sarebbero giocate la vetta del torneo e che la sorpresa sarebbe stata la Rinascita Alvignanese. I nostri prossimi avversari sono una squadra che gioca bene e sarà un piacere affrontarli: dal centrocampo in su sono una squadra che ha poco a che vedere con la Seconda Categoria e quindi ci sarà da stare molto attenti. 

La Virtus Gioiese è già qualificata per la finale: credi possa essere un vantaggio o uno svantaggio per loro saltare il primo turno?

Se arrivassimo noi in finale sarebbe di nuovo derby e i derby sono partite particolari già di per se; il fatto che ci si giochi eventualmente anche la promozione in Prima Categoria aggiungerebbe ulteriore fascino alla sfida quindi non credo che conterebbe molto chi abbia giocato una gara in più o in meno. 

Maurizio Morante

Leggi altre notizie:FAICCHIO