Faicchio. Garofano: "La svolta è frutto della coesione del gruppo"

Il D.s. N. Garofano, Faicchio
Il D.s. N. Garofano, Faicchio

Il Faicchio di mister Riccardi, dopo un avvio problematico per i tanti infortuni patiti, si è finalmente risollevato ed ha piazzato una striscia positiva che ha portato i ragazzi del presidente Martorella al quinto posto, ultimo utile per la qualificazione ai play-off, a stretto contatto con le formazioni che la sopravanzano. Abbiamo raggiunto al telefono il D.s. della "PoFa", Nicola Garofano per un'intervista.

Direttore, 10 risultati utili consecutivi (8 vittorie e 2 pareggi) vi hanno portato al quinto posto dopo un avvio incerto: è questo di oggi il vero Faicchio?

Sono stato sempre consapevole della forza dei miei ragazzi e del loro timoniere. Purtroppo all'inizio la sfortuna sembrava non andare via tra i vari infortuni ed episodi sfortunati. A questo proposito voglio rivolgere un pensiero a due nostri atleti: a Gianpaolo Porto, che ha avuto un infortunio alla mascella per il quale si è operato (stagione finita per lui n.d.r.), e a Gabriele. Ad entrambe voglio comunque augurare una pronta guarigione dai loro problemi.

Quale è stato secondo te il fattore che ha determinato la svolta nei risultati?

Il fattore che ha determinato la svolta è stato sicuramente la consapevolezza di essere un grande e bel gruppo che ha fatto in modo di non mollare e di crederci partita dopo partita.

Siete a +4 sul Sacro cuore con una gara in meno ma vicinissimi alle due compagini che vi precedono: pensate di poter scalare ancora qualche posizione?

Sabato era importante vincere sopratutto per mantenere salda la quinta posizione e poter accorciare sopratutto sulla stessa Rinascita Alvignanese. L'obiettivo rimane sempre quello di centrare i play-off ma se ciò avvenisse occupando una posizione migliore, in modo da affrontarli al meglio, allora che ben venga.

Maurizio Morante

Leggi altre notizie:FAICCHIO