San Giorgio. Boniello: "Prima parte positiva ma non abbiamo obblighi"

Il pres. G. Boniello con Amadou Jatta
Il pres. G. Boniello con Amadou Jatta

7 giorni caldi per il San Giorgio del Sannio che, dopo la gara di domenica scorsa contro il Rione Libertà, affronta domani il Molinara capolista. A parlare del momento della compagine di mister Mauro e a fare un primo bilancio della stagione è il presidente Gianluca Boniello:

Presidente come giudica questa prima parte di campionato della sua squadra?

Direi che è sicuramente positiva: peccato solo per qualche strascico dovuto alle solite inutili polemiche. Obblighi? Non ne abbiamo se non quello di divertirci e portare in alto i colori del nostro paese. A me e agli altri dirigenti spetta il compito di controllare il comportamento dei ragazzi e spronarli a fare bene, a prescindere dai risultati. Campionato è duro e sarà aperto fino alla fine: meglio parlare dopo l'ultima giornata, ve lo dice chi ne sa qualcosa.

La scommessa del San Giorgio dei sangiorgesi può definirsi vinta?

E' stato un piacere riportare tanti sangiorgesi a San Giorgio. Ci tengo a specificare una cosa: chi indossa la nostra maglia lo fa perché lo merita e non solo per una questione di campanilismo. Certo è ovvio che chi è del posto sente di più la maglia e la responsabilità che comporta indossarla. Abbiamo, però, anche la fortuna di avere in squadra ragazzi che non sono di San Giorgio ma che hanno capito la nostra mentalità come Lepore, De Pierro e Biele.

La scorsa domenica è arrivata la sconfitta contro il Rione e alla prossima c'è il Molinara: momento decisivo del campionato?

Dopo la gara contro il Rione, nonostante la sconfitta, ho visto la mia vera squadra: ho visto qualcosa che andava oltre il risultato e questo mi fa ben sperare. Col Molinara sarà una gara a viso aperto ed il risultato sarà in bilico viste le squadre in campo e gli allenatori che le guidano: sia mister Mauro che mister Zeoli, che stimo molto, prepareranno al meglio i ragazzi. Con un risultato positivo daremmo nuovo slancio alla classifica ma anche se dovesse vincere il Molinara il campionato non potrà certamente dirsi chiuso.

C'è una squadra che ti ha colpito più delle altre tra quelle affrontate fino ad ora?

Direi il Tufara Valle di mister Pagnozzi: è un piacere vederli giocare e affrontarli e sono sicuro che il loro sarà un campionato molto positivo.

Maurizio Morante

Leggi altre notizie:SAN GIORGIO DEL SANNIO