Il Marcianise non si ferma: Parente punisce due volte la Virtus Goti

A. Parente, Marcianise
A. Parente, Marcianise

Per la diciottesima giornata del campionato di Promozione campana girone A, si affrontano al “PROGREDITUR” di Marcianise, i padroni di casa dell’US Marcianise e la Virtus Goti. Partita di cartello perché il Marcianise è capolista del campionato con 43 punti mentre la Virtus è quarta a 30 punti e gioca un ottimo calcio.

All’andata il match terminò col risultato di 1-1 con la capolista che andò in vantaggio con il bomber Angelo Parente ma fu prontamente raggiunta dai beneventani che disputarono una grande partita. La Virtus Goti può considerarsi la classica “bestia nera” per il Marcianise, infatti dallo scorso anno la compagine del Presidente Gallo non li ha mai battuti: 2 pareggi in campionato l’anno scorso e la sconfitta nel play-off mentre quest’anno c’è stato il pareggio a Sant’Agata de Goti come detto prima.

Mister Angelo Valerio è squalificato e quindi siede in panchina il suo vice Michael Setaro facendo il proprio esordio da tecnico sulla panchina del Marcianise. Setaro è costretto a rinunciare ancora al gioiello Pietro Famiano per infortunio e conferma il 4-3-3 schierando la squadra tipo con l’unica eccezione di Nicola Maietta, giovane 98 marcianisano D.O.C, al posto di Armando Guglielmo, non al meglio fisicamente che, però, siede in panchina.

La partita comincia subito col botto, infatti dopo un solo minuto c’è l’azione che segna la prima frazione di gioco: Angelo Parente, lanciato a rete, viene atterrato in area di rigore dal portiere ospite Stanzione e il direttore di gara senza esitazione indica il dischetto assegnando un calcio di rigore. Proprio Parente va al tiro dagli 11 metri e segna calciando con forza e non lasciando scampo al portiere. Dopo il vantaggio, la capolista addormenta la partita e il Goti cerca il pareggio ma in modo sterile visto che Mormile non è mai impegnato. Potrebbe raddoppiare il Marcianise con Perfetto ma il numero 10 non riesce a deviare di testa un cross dalla destra a pochi centimetri dalla linea di porta. Da segnalare nei primi 45 minuti anche l’allontanamento del mister del Goti Del Prete per proteste.

La ripresa comincia con un solo cambio effettuato dalla Virtus Goti mentre Setaro decide di affidarsi agli stessi 11 che hanno finito il primo tempo. Il raddoppio avviene al 51' sempre con Angelo Parente che da fuori area calcia un vero e proprio missile terra-aria. Sempre più capocannoniere del torneo il bomber di Grazzanise che con questa doppietta arriva a 16 reti. Il match termina con il controllo del gioco da parte del Marcianise e col Goti che cerca l’episodio che potrebbe cambiare l’inerzia della gara ma non ci riesce visto che il portiere Mormile non effettua alcuna parata in tutta la durata della partita.

Marcianise sempre più primo in classifica con 46 punti e riesce finalmente a battere la sua “bestia nera”.

IL TABELLINO

PAOLO NEGRO

UFFICIO STAMPA US MARCIANISE

La Redazione

Leggi altre notizie:MARCIANISE VIRTUS GOTI 97