Calciomercato LIVE

Sanniti Five S. Cusano: "Inizia una nuova era. Obiettivi? Divertirsi"

T. Bovio, B. Pellegrino e F. Cusano
T. Bovio, B. Pellegrino e F. Cusano

Scaldano i motori i SANNITI FIVE SOCCER che hanno rinunciato alla domanda di ripescaggio in serie C2 per ripartire dalla serie D. Un anno “zero”, i Sanniti five soccer 3.0 come lo hanno definito i componenti della società giallorossa. Un anno senza obblighi di vittoria di campionato, puntando su un gruppo totalmente rinnovato, ringiovanito e che ha una voglia matta di indossare questa maglia per passione, un gruppo soprattutto motivato nella testa con tante novità come ci racconta il D.g. Fabrizio Cusano.

Direttore partiamo dalla rinuncia al ripescaggio in serie C2; una domanda che, punteggi alla mano, vi avrebbe permesso di disputare nuovamente la categoria superiore.

Sicuramente quest’anno saremmo stati ripescati in C2 se avessimo fatto domanda poiché avevamo tutti i requisiti. Tuttavia abbiamo deciso di non fare nessuna richiesta e ripartire dalla serie D, cercando di “costruire” un qualcosa che poi nel futuro ci rimanga. Nella serie superiore, se saremo bravi, ci ritorneremo sul campo.

Circolavano voci circa un vostro “scioglimento”, notizia rivelatasi poi infondata visto che siete pronti a ripartire.

Mi viene da ridere. Anzi, approfitto per dire che la società dei Sanniti, nonostante un’annata non andata bene, è più forte dello scorso anno: noi Sanniti siamo guerrieri, cadiamo e ci rialziamo più forti di prima. Poi, a differenza di tante società, e lo dico senza presunzione, noi soci abbiamo una grandissima amicizia che ci lega e ci rende forti superando ogni avversità, per cui siamo prontissimi a ripartire per la nuova stagione.

Lo scorso anno avete perso la categoria nei play-out con lo Sport&Vita, società che ha deciso quest’anno di non iscriversi. Cosi fa più male retrocedere?

Come già detto più volte, noi la categoria l’abbiamo persa durante la stagione regolare, un’annata storta sotto tutti i punti di vista. Ci siamo presentati allo scontro di spareggio con pochissimi elementi e soprattutto giocando fuori casa. Per quanto riguarda lo Sport&Vita, non so le motivazioni per cui non si è iscritta ma per noi cambia ben poco.

Si riparte dalla serie D con un gruppo totalmente nuovo: come mai questa scelta?

Come in tutti gli sport, ci sono i cicli ed ogni tanto c’è bisogno di rifondare e ripartire da zero mettendo basi forti facendo progetti a medio-lungo termine. Ovviamente ripartiamo con un gruppo di atleti esperti e un gruppo di giovani ma soprattutto tutti vogliosi di sposare il nostro progetto e qui mi associo alle parole del DS del Benevento Calcio, Pasquale Foggia: da noi solo gente motivata.

Come vi state muovendo sul mercato, visto che ad oggi non ci sono registrati movimenti in entrata ma solo cessioni.

Si, fino ad oggi non abbiamo ufficializzato nessun atleta ma aldilà delle trattative intraprese, abbiamo preso già 4 atleti che presto ufficializzeremo: diciamo che stiamo lavorando con i cosiddetti fari spenti.

Come società siete esperti in serie D, un play off al primo anno e due campionati vinti. Si punta al terzo?

Chi ci conosce sa che siamo molto ambiziosi, poi parlano i numeri, 2 campionati vinti su 3 partecipazioni, credo sia un record, soprattutto per una società giovane come la nostra, quest’anno noi non partiremo con l’assillo di dover vincere a tutti i costi ma nemmeno andremo in campo per perdere. Poi si sa, l’appetito verrà mangiando e noi abbiamo sempre molta fame.

La certezza è in panchina: i due mister non si toccano e il preparatore sarà sempre Luciani.

Assolutamente non si poteva non partire da questo trio, a livello tecnico sono l’anima dei Sanniti, come loro non ci potrà essere nessuno, perché oltre ad essere molto bravi hanno il cuore Sannita, dato che sono anche soci di questa società e, con tutto il rispetto per gli altri, abbiamo il meglio.

De Luca, De Franco, Serino, Landolfi, Lanni, Muscetti, Repola: un potenziale enorme andato via. Sarà difficile sostituirli?

Di sicuro non sarà facile, anche perché si tratta di 7 elementi e quindi a livello quantitativo è dura; però, tra riconferme e nuovi arrivi, e con il lavoro dello staff tecnico sono certo che faremo molto bene.

Biele e Pastore le vostre bandiere: quindi esistono ancora questi calcettisti?

Si e loro ne sono la conferma: i primi 2 ad essere confermati senza nemmeno parlarne sono stati loro. Pastore e Biele hanno il sangue giallorosso nelle vene e non credo riusciranno a vestire altre maglie. Tra l’altro parliamo di 2 ottimi atleti con tantissima esperienza che sicuramente aiuteranno tantissimo i giovani atleti che abbiamo.

Deluso da qualche calcettista? Rimpianti? Soddisfazioni?

Nel calcio a 5, come in tutti gli sport, si da e si riceve. Noi come prima cosa non obblighiamo nessuno a restare, tenendo poi la porta aperta soprattutto a chi ha dato tantissimo per questa maglia. Ovviamente non è un discorso generale ma in 5 anni sono passati molti atleti con cui ancora oggi da avversari abbiamo ottimi rapporti. Non mi piace fare nomi ma ripeto per una parte di questi la porta dei Sanniti sarà sempre aperta.

Inizio preparazione fissata?

Il campionato di serie D dovrebbe iniziare a fine Ottobre, per cui credo che la preparazione atletica inizierà a metà Settembre.

Ci sono ringraziamenti?

Non posso non ringraziare i nostri main sponsor, ovvero Luca Ricciardi della concessionaria Opel “Sara” e Carmine Leone del “Cepu”.

Ufficio Stampa Asd Sanniti five soccer

Maurizio Morante