Calciomercato LIVE

Faicchio. Martorella:"Ringrazio il mondo POFA. Torneremo protagonisti"

Il pres. A. Martorella, Pol. Faicchio
Il pres. A. Martorella, Pol. Faicchio

Con un accorato post-lettera, il presidente della Polisportiva Faicchio, Antonio Martorella, ripercorre il campionato appena concluso facendo il punto su quanto accaduto e ponendo già solide basi per la prossima stagione nella quale la POFA si candida ad essere una delle protagoniste di spicco. Questa la missiva del numero uno della Polisportiva:

Cari Faicchiani e cari tifosi dell’ A.s.d. Polisportiva Faicchio eccoci qui alla fine di un’ altra stagione, che purtroppo per noi è stata molto deludente dal punto di vista dei risultati.

Purtroppo quello di quest’ anno è un fallimento che parte da un altro fallimento; quello del 14 Maggio 2017 quando ci siamo visti svanire il sogno playoff dopo una stagione piena di difficoltà e dopo ben 7 vittorie consecutive nelle ultime 8 gare di campionato che ci avevano riproposto protagonisti in una stagione giocata tra alti e bassi! 

Da quel giorno una concatenazione di eventi si è abbattuta sulla nostra società e purtroppo non siamo riusciti a venirne fuori nel migliori dei modi.

Molti sapevano o immaginavano che questa appena passata sarebbe stata per noi una stagione di stallo e di rinascita; un po come se fosse stata una sorta di anno 0; certo non mi sarei mai aspettato ad inizio stagione di disputare un campionato con l’acqua alla gola e con la salvezza agguantata in extremis alla terzultima giornata di campionato. Nonostante ciò non mi sento di dare colpe alla squadra, all’allenatore o ai tanti fattori esogeni accaduti prima e durante il campionato, che hanno comunque condizionato il nostro cammino ma che hanno avuto un’impatto minimo sul fallimento generale. 

L’ impatto più grande è scaturito principalmente da colpe che posso dare solo a me stesso in quanto responsabile come persona e come Presidente di questa società per aver sbagliato la valutazione di alcune scelte sportive e organizzative nei momenti chiave della stagione.

Detto ciò mi sento però di poter dire che durante questa annata calcistica sono cresciuto molto sotto il profilo umano e dirigenziale, imparando che alcune dinamiche e abitudini sbagliate del "calcio moderno" vanno combattute in modo diverso e che il calcio può, anzi deve, essere cambiato a partire da noi che viviamo questo sport nelle piccole categorie di provincia.

Per tutto ciò devo ringraziare vivamente il nostro allenatore Rinaldo Troisi, il quale durante questa stagione mi ha aperto larghe vedute sul mondo del calcio grazie ai suoi insegnamenti sportivi e umani. Devo ringraziare il Mister anche e soprattutto per la pazienza, la passione, la cura, lo spirito di sacrificio, la preparazione e la professionalità dimostrataci durante l’ arco di tutta la stagione specialmente nei momenti di difficoltà.

Ringrazio Emiliano Pepe, persona di grande spessore umano, nostro team manager sulla carta, ma il nostro “jolly tuttofare” nella realtà, per la presenza costante e appassionata nei confronti della società, di Faicchio e dei calciatori ai quali, se avesse potuto, avrebbe donato anche l’anima.

Non posso non ringraziare anche un grande uomo di calcio come Michele Catena che per larghi tratti di stagione ha portato alla nostra società tanta conoscenza calcistica e nuovi insegnamenti sportivi e dirigenziali. A lui va un grazie per avermi dato una mano a completare la rosa della squadra a dicembre, e gli faccio un grosso in bocca al lupo per il prosieguo di carriera da Direttore Sportivo.

Grazie dal profondo del cuore a tutti i miei calciatori specialmente a chi ci è sempre stato, nonostante le difficoltà, e ci ha creduto fino alla fine e si è battuto con orgoglio e onore fino all’ultima giornata di campionato. 

Ringrazio tutti i tifosi! Quelli più appassionati e quelli meno appassionati! Quelli più presenti e quelli meno presenti! E mi sento di stringermi forte in un abbraccio a quei tifosi, ma in primis amici, che hanno fatto anche più di 50km per venirci a seguire in trasferta con tanto amore e passione nonostante la posizione di classifica precaria.

Infine, e non per importanza, devo non solo ringraziare, ma osannare ed elogiare pubblicamente la figura fondamentale di due uomini: Giovanni Martorella e Maurizio Martorella, che mi sono sempre stati accanto e che insieme a me hanno gioito e sofferto, hanno affrontato le problematiche amministrative, sportive, sociali e burocratiche della Società e che soprattutto insieme a me hanno dato il cuore e l’anima per la Polisportiva e per Faicchio.

Insomma grazie di cuore a tutto il mondo POFA e con l’occasione posso orgogliosamente affermare che d’ora in avanti cambierà il registro degli eventi e che la A.s.d. Polisportiva Faicchio tornerà ai livelli che le competono, sia come organizzazione societaria e sia come organizzazione calcistica e comunicativa, e che con l’ aiuto di forze fresche e dei nostri tifosi non guarderemo più gli altri come modello da seguire ma guarderemo noi stessi per consolidare il nostro valore e migliorarlo sempre di più giorno dopo giorno.

Grazie ancora.

Il Presidente

Antonio Martorella

Maurizio Morante