Calciomercato LIVE

Benevento. De Zerbi: "Con il Genoa al top per ringraziare i tifosi"

Mister R. De Zerbi, Benevento
Mister R. De Zerbi, Benevento

Consueta conferenza stampa per mister De Zerbi in vista dell'impegno di domani pomeriggio alle 18 del suo Benevento contro il Genoa, ultima apparizione casalinga per i giallorossi in Serie A.

IL COMMIATO ALLA SERIE A - Oggi abbiamo parlato con la squadra della risposta del pubblico a questa partita e ci teniamo particolarmente a finire bene davanti ai nostri sostenitori perché glielo dobbiamo visto quanto loro hanno dato a noi. I nostri tifosi hanno riconosciuto che, con tutti i nostri limiti, abbiamo dato tutto quello che potevamo dare: credo che quello che accadrà domani è il riconoscimento più bello che potessimo ricevere. Noi sappiamo quanto abbiamo sofferto e uscire domani tra gli applausi e con lo stadio pieno sarà bellissimo.

RECUPERI - Perdiamo Iemmello e Billong ma recuperiamo Tosca e gli squalificati. Purtroppo Iemmello ha avuto il riacutizzarsi del suo vecchio problema, ha finito la stagione e penserà a curarsi per risolvere definitivamente il disturbo. Guilherme dovrebbe farcela per l'ultima di campionato, è in Brasile a curarsi e ci invia video delle sue terapie ogni giorno. Martedì dovrebbe ritornare con il gruppo.

LA SCELTA - E' mia volontà parlare la prossima settimana sul mio futuro anche perché sto leggendo e sentendo voci che non corrispondono al vero. Ad oggi sono ancora concentrato sul Benevento perché ci teniamo anzitutto a fare bene domani. Parlare oggi del futuro non mi sembrerebbe corretto. Con il presidente ho un rapporto che va oltre il campo, non è un normale presidente perché quello che ci siamo dati quest'anno è un rapporto che non ho mai avuto da nessuna altra parte. Tutto ciò che lui dice lo recepisco con affetto e mai con malizia. Ci siamo confrontati tanto e al di là della scelta che farò, resterà sempre il volersi bene reciproco. Se avesse qualcosa di "cattivo" da dirmi me lo avrebbe detto direttamente. Non voglio evitare le domande ma solo restare concentrato su quanto manca del campionato. So che risulta difficile credere che io dica la verità ma quando io dico che non metto in competizione il Benevento con nessun altro è la pura verità. La correttezza nei rapporti è una cosa alla quale tengo moltissimo.

LE MOTIVAZIONI - Non sarà una passarella, chi giocherà dovrà avere la giusta carica. A Ferrara ci mancavano sei titolari e c'era grossa differenza di motivazioni anche se poi alla fine abbiamo fatto noi 11 tiri in porta e loro solo 6. All'andata con il Genoa perdemmo nel finale: è una di quelle gare che se tornassi indietro proverei a cambiare. In quella partita i punti persi furono 3 e non uno solo perché al 70' sbagliammo un gol a porta vuota. 

Maurizio Morante