Calciomercato LIVE

Campana. Abate e Della Marca: "Vinta grande partita, testa al Cus CE"

M. Abate e M. Della Marca, Campana
M. Abate e M. Della Marca, Campana

Domani pomeriggio, ore 15, la Campana Futsal affronterà un'altra trasferta, dopo quella di lunedì col Pignataro, sempre in terra casertana contro il Cus Caserta a Santa Maria Capua Vetere. A parlarci della partita di domani, ma anche di quella col Pignataro, ci sono Michele Della Marca (un gol e un assist per lui) e Michele Abate (che nel primo tempo a Pignataro per abnegazione è stato uno dei migliori).

Michele Della Marca.

Campana Futsal vittoriosa 3-1 a Pignataro, tu sei stato uno dei protagonisti con un gol e un assist per il 2-1 di Muscetti. Raccontaci un po' come è andata la gara, chiusasi 0-0 nel primo tempo, e col secondo tempo iniziato con un gol di svantaggio.

Anche questa volta ci siamo presentati con gli uomini contati sul campo del Pignataro, non era certamente una partita facile, dato l'equilibrio che vige in questo girone Oro. Nella prima frazione non siamo riusciti a esprimerci come volevamo, mentre nella seconda frazione il gol subito ci ha svegliato. Neanche un minuto dopo su assist del capitano De Angelis sono riuscito a segnare e quindi a portare la gara sull'1-1. Dopo tutti hanno fatto ciò che dovevano fare e abbiamo dimostrato la nostra superiorità.

Ora trasferta col Cus Caserta, mancano due partite alla fine del girone, cosa ci vuole da parte della Campana per conquistare questa agognata promozione in C2?

Anche questa trasferta non sarà affatto facile, forse la più importante di questo girone, e speriamo con una vittoria di conquistare lì, con una giornata d'anticipo la promozione in C2.Col Cus saremo al completo, con il ritorno di Stefano Solinas, il ritorno di Micco (assente per lavoro contro il Pignataro) e infine il ritorno dalle tre giornate di squalifica di Lanni. Con questi tre ritorni non potremo che essere più che competitivi e giocarci al meglio questa gara col Cus Caserta.

Michele Abate.

Campana Futsal vittoriosa anche nel ritorno a Pignataro, dopo un primo tempo conclusosi sullo 0-0, con una tua grande prestazione, anche se a secco di gol, nella ripresa la gara finisce con un 3-1 che mantiene i grigioneri in testa al girone oro. Un breve commento su quello che è stata la gara giocata.

E' stata una delle migliori trasferte che io ho giocato, e penso che abbia giocato anche l'attuale gruppo della Campana; dico questo perché abbiamo giocato con la consapevolezza di non dover sbagliare niente perché già rimaneggiati nell'organico per defezioni per diversi motivi, tra questi mi preme ricordare la presenza di Alfonso Lanni che seppur squalificato ci ha seguito, ha fatto il riscaldamento con noi e ci ha dato una grossa mano dagli spalti incitandoci per tutta la gara. Per me la gara col Pignataro è stata un'impresa perché loro erano una squadra ostica e fisica, poi in aggiunta c'era anche la difficoltà del campo in erbetta sintetica a cui non eravamo abituati, in più c'era anche da criticare la non perfetta illuminazione del terreno di gioco per una gara che si giocava alle 20.30.La partita è stata approcciata nel modo giusto, cercando di chiudere loro tutti gli spazi e ripartire al momento opportuno.Noi l'avevamo preparata sulla base del non perdere la gara, ci sarebbe bastato anche un pareggio. Un ultimo commento su questa partita voglio farlo su Roberto Maiello che è tornato dopo un infortunio di 5 mesi, è un amico e una persona stupenda che si è meritato il gol che ha chiuso la gara sul 3-1.

Ora un'altra difficile trasferta contro il Cus Caserta, come hai visto gli avversari nella gara d'andata in cui avete perso 4-3 e come pensi possa svolgersi la gara di ritorno?

Il Cus Caserta è meno fisica ma più tecnica del Pignataro, ma noi non ci riteniamo inferiori a nessuna delle altre squadre del girone. Tutta la squadra sta remando verso la stessa direzione, e il fatto di recuperare per questa trasferta Lanni che finisce la squalifica mi fa enormemente piacere. Vuoi per l'amalgama del gruppo, per la qualità tecnica della squadra e per l'esperienza di diversi elementi, questo sogno della C2 lo stiamo portando avanti, siamo alle battute finali. In chiusura spero che anche questa trasferta possa portarci in dote tre punti, ma se così non fosse ci resterà comunque l'ultima partita in casa contro il Calvi dove giocheremo alla morte perché abbiamo ancora un po' il dente avvelenato per come finì all'andata.

La Redazione