Calciomercato LIVE

Benevento. De Zerbi: "Formazione da decidere, gioca chi sta meglio"

Mister R. De Zerbi, Benevento
Mister R. De Zerbi, Benevento

Conferenza stampa pre-gara per mister De Zerbi, tecnico del Benevento, alla vigilia dell'impegno casalingo di domani contro il Crotone.

LE MOTIVAZIONI - Le partite importanti sono tutte ma quella di domani sarà determinante per il nostro cammino. Che poi possa esserci più o meno pressione a questo dobbiamo essere abituati per il lavoro che facciamo. Dobbiamo dare tutto al di là della pressione, poi si può giocare bene o male: è sempre bello giocare partite di questo livello. Abbiamo lavorato su questa gara senza pensare alle scorie delle ultime. A Roma abbiamo giocato bene per 60' e poi siamo andati in black-out per 15' che ci sono costati la gara. La partita di domani fa storia a se: organizzazione e gioco sono importanti, le qualità tecniche sono importanti ma serviranno altre cose. Servirà voler vincere più dell'avversario, lottare su ogni palla. 

I CALCIATORI A DISPOSIZIONE - Sulla formazione ho deciso pochissimo. Di solito arrivo al venerdì o al sabato con almeno 9/11 di formazione in mente: questa volta non ho ancora deciso perché ci sono situazione da monitorare fino all'ultimo come Cataldi, Guilherme ed alcuni dei nuovi. Non posso mettere tutti i nuovi perché non hanno ancora i 90' nelle gambe e non posso partire con molti cambi già in programma. Se Cataldi non dovesse essere della partita allora potrei inserire uno dei nuovi in più perché anche Cataldi dovrei sostituirlo in corso di gara. Considerate che Sandro e Djuricic non sono ancora al pieno della forma. A differenza che col Chievo, ho meno scelte "obbligate"

I NUOVI ACQUISTI - Se non sono al massimo della condizione devono giocare con più cervello, dosando le forze. Domani è una di quelle partite nelle quali ci vuole il giusto impatto fisico: se mettiamo più di 2 calciatori che non reggono i 90' devi valutare molte cose. Giocherà Tosca di sicuro ma non vi dico dove. Gli altri bisogna aspettare o comunque non si può pensare di vederli tutti insieme per il rischio sostituzioni. 

BRIGNOLA - E' un calciatore duttile ma non credo lo vedremo come quarto di centrocampo: gioca meglio vicino alla porta negli spazi stretti. E' un '99 che si è meritato il posto in queste gare. Non guardo nuovi o vecchi ma a chi può dare qualcosa in più alla squadra e lui lo sta facendo.

IEMMELLO - E' fermo da 3 mesi, se giocasse dal 1' sarebbe anche lui un cambio sicuro. Purtroppo se provate a fare un nostro 11 titolare noterete che ci sono molti giocatori che non reggono i 90' e questa è una difficoltà.

DIABATE - La sua condizione sta migliorando ma se devo prenderlo in considerazione per farlo giocare so che non ha 90' nelle gambe così come Sagna, per sua stessa ammissione

LA VOGLIA - Chi è qui oggi è attaccato alla maglia. Domani ogni pallone peserà più che in ogni altra partita e per questo schiererò anche chi sta meglio di testa perché le motivazioni conteranno. Ci sono alcuni ragazzi che hanno tanta voglia di rivalsa. Parigini, Memushaj e Lombardi nelle partite vinte sono stati tra i migliori. Poi è entrato Sandro che aveva bisogno di minutaggio e quindi ho dovuto togliere l'albanese; gli altri due hanno avuto piccoli infortuni e quindi hanno perso continuità. Io non escludo nessuno a priori ma c'è chi affronta meglio certe partite e chi no. Poi ci sono anche ulteriori valutazioni, come dicevo prima, che riguardano la forma fisica. Il fatto di avere queste difficoltà non vuol dire che non si possa vincere, anzi: in certe situazioni, in certe partite si trovano proprio quegli stimoli che fanno scattare qualcosa.  

GLI SCENARI - Dire credere o non credere sembra voler o imbrogliare qualcuno o passare per stupido e non voglio nessuna delle due. Continueremo a lavorare come sempre a prescindere da tutto.

Maurizio Morante