Abbatiello e quella voglia di tornare a "sentire il profumo dell'erba"

Giovanni Abbatiello, Virtus Goti
Giovanni Abbatiello, Virtus Goti
- 35262 letture

Ci sono giocatori che hanno iniziato la stagione già da qualche mese, altri che sono prossimi al primo calcio di inizio del campionato e, purtroppo, altri che sono costretti a guardare i propri compagni dagli spalti perché infortunati ed in attesa di rientrare.

E' il caso di Giovanni Abbatiello, portiere, capitano e colonna della Virtus Goti. Abbatiello, che ha subito la rottura del crociato, è prossimo all'intervento chirurgico che lo rimetterà in sesto e gli permetterà di tornare a fare ciò che più ama: volare tra i pali di una porta da calcio per impedire al pallone di entrare, cosa che, tra l'altro, gli riesce molto bene.

Ovviamente il morale adesso non può essere dei migliori per Giovanni ma l'affetto intorno a lui non manca: Facebook, che in questi casi può essere un toccasana per il morale, ne è un chiaro esempio. Molti sono gli auguri di pronta guarigione e immediato rientro per il portiere saticulano che gli sono giunti sul suo profilo social da amici e altri protagonisti del mondo del calcio, segno che in carriera si è fatto apprezzare per le sue doti umane oltre che per quelle tra i pali.

Non possiamo non unirci anche noi agli auguri di pronto rientro in campo a Giovanni Abbatiello a calcare quell'erba che ora, ne siamo certi, gli manca tantissimo e vogliamo farlo con una citazione di un portiere che nella storia del calcio ha lasciato il suo segno, Dino Zoff:

"Solo i portieri sanno cosa significa davvero il profumo dell’erba. Gli altri calciatori non ne hanno idea. Perché loro sull’erba corrono, al massimo ogni tanto scivolano oppure, oggi, si rotolano un po’. Ma il portiere no. Il portiere ci lavora con l’erba. E praticamente ogni suo gesto, ogni suo intervento finisce sempre allo stesso modo, con il naso dentro l’erba".  

Maurizio Morante