Benevento. Baroni: "Squadra volenterosa ma troppi errori"

Mister Baroni, Benevento. Ph. Feliciello
Mister Baroni, Benevento. Ph. Feliciello
- 46915 letture

E' un mister Baroni scuro in volto quello che parla ai media dopo la sconfitta subita per 4-0 contro il Perugia nel 3° turno di Tim Cup. 

"La prestazione va analizzata con calma. Nella prima mezzora siamo stati volitivi e abbiamo avuto due o tre palle per andare in vantaggio. Poi abbiamo preso un gol evitabile e dopo l'espulsione, specie in questo momento, si è fatta molto difficile. La squadra è stata volenterosa ma con troppi errori e quindi il risultato è giusto. Non è un problema di carichi di lavoro o di campo perché anche gli avversari avevano i nostri stessi problemi. Questa gara va presa come un insegnamento per correggere quanto abbiamo sbagliato. Cataldi? Gli è partita qualche parola di troppo: il ragazzo ha già chiesto scusa a me e ai compagni. Dobbiamo crescere perché abbiamo cambiato tanto e ci manca ancora qualcosa. Meritavamo la sconfitta ma non così larga visto anche quanto abbiamo prodotto noi. Costa? Ha avuto un risentimento alla schiena e quindi non ho voluto rischiarlo. Ceravolo dovremmo recuperarlo per la prima mentre per Chibsah ci vorranno diverse settimane. Ciciretti mi è piaciuto perché gli ho visto fare giocate importanti ma deve coprire meglio. Abbiamo gestito male alcune transizioni su palla persa ed in campionato non possiamo permetterci questi errori. Belec e Brignoli sono due portieri che abbiamo voluto e con una gerarchia precisa che vede lo sloveno primo portiere: non è stata una grande prestazione per Vid ma dobbiamo anche dar loro serenità e non gettargli la croce sulle spalle. Il pubblico? E' stata la nota più bella della serata, sono stati stupendi: noi dovremo costruire in casa il nostro campionato ed il supporto dei tifosi non deve mai mancare. In campionato ci saranno anche sconfitte ma con l'aiuto dei supporters sapremo superarli. Credo che il Perugia farà un campionato importante in B. Preoccupazioni? Nessuna in particolare, le sconfitte fanno parte del calcio e questa ci farà arrivare ancora più carichi alla prima di campionato".

Maurizio Morante